benessere · meditazione · yoga

qualche suggerimento per l’autunno

Secondo l’Ayurveda, disciplina sorella dello Yoga, l’autunno è – nell’alternarsi ciclico di momenti in cui un elemento sopraggiunge e poi prevale su un altro – la stagione dedicata a Vata: Vata è una delle tre costituzioni principali ed è composta dagli elementi aria ed etere. I cinque elementi (fuoco, acqua, terra, aria ed etere), che riecheggiano i cinque elementi della medicina tradizionale cinese (fuoco, acqua, terra, vento e metallo), sono presenti in ogni persona, anzi, in ogni essere vivente, in differenti percentuali; e tutti noi – chi più, chi meno, e in maniera soggettiva – tendiamo a reagire al cambiamento stagionale.

FiveElementsfive-elements-in-chinese-medicine-298x300

Se il tempo incostante vi fa sentire un po’ persi e stralunati; se sentite subito come nocivo l’arrivo del freddo e del vento; se, con il cambio di stagione, tendete a preoccuparvi più del solito, dormite male, vi stancate molto in fretta, i rumori vi infastidiscono particolarmente, fate fatica ad andare in bagno, o tendete a perdere troppo peso, l’autunno può essere un buon momento per tenere sotto controllo Vata.

Per l’Ayurveda ogni cosa è farmaco: nella doppia accezione di medicina o veleno. Ogni essere vivente esprime delle caratteristiche, raggruppabili per tipologie qualitative principali: una di queste tipologie principali è appunto Vata, che raduna in sè le qualità dell’aria che si sposta nello spazio vuoto, le qualità che potremmo intuitivamente associare al vento. Per questo, se Vata è irregolarità, leggerezza, confusione, secchezza, freddezza, diminuzione, sarà logicamente mitigato dai suoi opposti: una routine regolare ma non aggressiva, serenità, tepore sia negli abiti che nei cibi, ordine, concretezza, nutrimento sia fisico che delle proprie attitudini, calma, dolcezza, sono spesso qualità che in questo periodo dell’anno ricerchiamo in ogni cosa, dai film che abbiamo voglia di vedere al tono di voce di chi ci parla.

Ci sono anche persone che tollerano talmente male il caldo da accogliere a braccia aperte il fresco e tutti i cambiamenti che solitamente sono implicati da questa stagione. Io ad esempio sono tra queste, e in autunno continuo a desiderare gelati e ad andare in giro con abiti leggeri, godendomi l’agognata sospensione dell’assillo estivo, il freddo e l’iperattività. Questo per dire che ogni cosa è soggettiva, e la regola generale più sensata è spesso quella di fare ciò che sentiamo che ci fa bene. Talvolta, tuttavia, siamo così distaccati dall’ascolto di noi stessi da avere bisogno di qualche consiglio per tornare a un maggior equilibrio.

L’autunno, per chi ne sente la necessità, è anche un ottimo momento per eliminare abitudini indesiderate, o un periodo in cui fare una pulizia è più semplice, proprio come agli alberi semplicemente cadono le foglie. Spesso, insieme alla primavera, è il momento più adatto e più frequentemente consigliato per tutte le pratiche di disintossicazione, più o meno yogiche: evitare un raffreddore in agguato potrebbe essere una buona scusa per iniziare a sciacquare il naso la mattina con acqua e sale, prima di cominciare la giornata.

sesame-oil-400x400

A proposito di scuse, la stagione fredda può essere quella buona per cominciare a praticare un automassaggio al risveglio o prima di andare a letto, della durata di 10 o 20 minuti. Un olio adatto a questa stagione è quello di mandorla, o meglio ancora quello di sesamo chiaro, leggermente intiepidito, che potete trovare in erboristeria, o a basso prezzo nei negozi di cibo etnico: un ottimo olio da massaggio, oltre che per il fritto – che però non è consigliabile per gli squilibri di Vata, purtroppo!

Dal punto di vista del cibo, l’Ayurveda in generale tende a consigliare una dieta latteo-vegetariana e senza troppi abusi, e anche se a Vata una birretta non crea troppo disturbo – anzi – esagerare con l’alcool sicuramente aggrava diversi sintomi di questo tipo di squilibrio, così come le sostanze eccitanti. L’ideale sarebbe mangiare cibo fresco (non conservato), appena cotto, tiepido e ben condito; evitare ciò che è troppo amaro o astringente, o piccante come il peperoncino; mentre il sapore speziato, che caratterizza zenzero, noce moscata, cannella, pepe nero, cumino, cardamomo, è benvenuto, così come l’olio, o il burro e il ghee, o il latte tiepido e aromatizzato, lontano dai pasti, se mangiate derivati animali. Per placare Vata, si utilizza spesso il sapore dolce, che non è quello dello zucchero, ma quello dei cereali come il grano; si predilige il morbido al ruvido, e il consistente al leggero: ad esempio, quindi, sì a creme e vellutate e no ai crackers senza nessun accompagnamento. E si consiglia di prendersi il tempo di qualche bel respiro profondo, dopo il pasto, prima di tornare alle attività della giornata.

E’ il momento giusto per godersi i momenti che dedichiamo alla meditazione, senza pensare troppo ai risultati, dedicandoci a placare la mente o a liberarci di vecchi schemi assaporando la pratica, e per introdurre una routine yogica meno aggressiva del solito, con pratiche che favoriscano il radicamento, la calma e la flessibilità.

Quello che segue è un esempio di kriya dello Yoga Kundalini che lavora in questa direzione. Non è consigliato in gravidanza. Per chi avesse difficoltà a restare seduto molto a lungo, è possibile  sciogliere le ginocchia tra un esercizio e l’altro e sostenersi con un cuscino o una coperta arrotolata sotto il sedere, per facilitare la posizione. Ovviamente, tutto quello che viene detto in questa sede non sostituisce un parere medico né è da intendersi come tale.

Buona pratica

Margherita

basicspinal

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...