consapevolezza · letteratura · narrazione · riflessioni · yoga

l’albero dei desideri

Questa settimana mi è capitato di narrare in più contesti la versione leggermente semplificata di una delle favole che era solito raccontare Parahamansa Yogananda.  A sua volta, lui aveva sentito questa storia dal suo maestro; possiamo dire, quindi, che sia piuttosto antica.

E’ una storia interessante e ha una morale, ma per capire la morale ci vuole un po’ – e forse non ce n’è nemmeno una soltanto: vorrei riportare le risposte che ho ricevuto quando ho chiesto quale fosse la morale e quel che penso di queste risposte.

Se si desidera leggere la versione originale, in cui è anche già spiegata almeno una delle morali che si possono ricavare da questa breve narrazione, è possibile trovarla in questo libro:

favoleyogananda

La versione che ho utilizzato io è questa:

Uno yogi, che aveva sviluppato una certa quantità di Siddhi (poteri speciali), girovagava per i boschi dell’Himalaya, quando si trovò a passare davanti a un albero, che riconobbe intuitivamente come un albero magico in grado di realizzare ogni desiderio.
“Splendido!” pensò deliziato, ed andò a sedersi sotto di esso, esprimendo il desiderio di un palazzo. Immediatamente, un bellissimo palazzo si manifestò davanti a lui, proprio lì nella foresta.
Egli vi entrò, e vide che corrispondeva perfettamente alla sua immaginazione: l’edificio, tuttavia, era vuoto.
“Che appaiano splendidi arredi!” Meraviglia: divani, tappeti, arazzi, tende, tutto ciò che poteva servire, improvvisamente, apparve.
“Questo luogo è già stupendo, al di là dei miei sogni più ambiziosi” – pensò – “tuttavia mancano persone che ne possano godere insieme a me”. E così, all’istante, le stanze si riempirono di gente.
Per un po’ l’uomo gioì di questi piaceri, ma poi pensò: “Voglio andare di stanza in stanza con calma per vedere tutti i miei tesori e rallegrarmene”. Subito fu lasciato tranquillo e se ne andò per un po’ in giro, felice per la propria fortuna. Tornando al pianterreno, giunse in una stanza vuota, in cui la finestra era spalancata. Poiché questo miracolo era avvenuto nella foresta, l’ambiente circostante era rimasto intatto e, d’un tratto, si sentì ruggire una tigre. “Ah!” – pensò allarmato – “Sono da solo in una stanza al pianterreno, con la finestra aperta: la tigre potrebbe entrare qui e divorarmi!”.
Aveva dimenticato che tutto ciò che lo circondava era una manifestazione dell’albero dei desideri: quindi una tigre apparve nel giardino, saltò dalla finestra e lo divorò.

Fine.

tree_of_life_hh61

Che cosa rappresenta l’albero? Le risposte sono state, a grandi linee:

  • Dio
  • la fantasia umana mai soddisfatta
  • le possibilità della vita
  • l’uomo
  • la natura, il cosmo

Cosa impariamo da questa storia? A questa domanda si è risposto così:

  • la realtà ridimensiona l’uomo – in questo caso, presentandosi sotto forma di tigre
  • il pensiero è un’energia potente che crea la nostra realtà ed il nostro destino
  • le capacità acquisite possono essere un intralcio alla propria crescita, se non indirizzate correttamente
  • non sempre quel che desideriamo ci piace davvero o ci fa bene
  • a volte siamo divorati dai nostri stessi desideri

A mio parere, queste risposte sono tutte giuste.

Quello che non è stato detto esplicitamente, ma che mi sento di aggiungere, è che la simbologia dell’albero richiama la forma fisica dell’uomo: quindi l’albero sarebbe la colonna vertebrale, il sistema nervoso, in cui giace la nostra radice profonda e la possibilità infinita.

L’altra nota è che deporre i frutti delle proprie azioni, abbandonando l’intenzione e l’interesse sugli stessi, è l’unico modo di superare la ruota del Karma.

Maggiori sono i risultati raggiunti e più è difficile non identificarsi con essi.

Eppure, non identificarsi con i propri risultati è l’unico modo per non farsi mangiare dalla tigre e salirle in groppa, verso qualcosa di completamente diverso.

durga

 

 

Annunci

3 thoughts on “l’albero dei desideri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...