ayurveda · benessere · riti

Odio l’estate

IMG_20160615_121055.jpg

C’è chi quasi non ci sperava più, ma ecco arrivare l’estate – e con lei ecco avanzare Pitta: il dosha legato al caldo e all’umido  è untuoso e si espande, è leggero.

A partire dalla tarda primavera, finché il clima non si va a rinfrescare, l’elemento fuoco subentra in maniera prepotente, facendoci sudare, bruciare dentro e fuori, mettendo in movimento una forte energia.

IMG_20160613_220902

In questa stagione i fiori bianchi sbocciano e addolciscono l’aria con il loro profumo, i frutti dolci e succosi arrivano a maturazione. In questa stagione sappiamo che, se non vogliamo “bruciarci”, forse è il caso di non lavorare troppo e di staccare un po’.

Il fresco e pesante Kapha, infatti, retrocede, per lasciare il passo a maggiore capacità di concentrazione e a maggiore reattività. La digestione si fa più veloce, dimagrire diventa più facile, così come intensificare leggermente la routine.

IMG_20160522_230655

Pitta ama il bello, e d’estate sentiamo il bisogno di piacere a noi stessi e agli altri.

In questo periodo dell’anno Pitta farà alla grande il suo lavoro, concedendoci di bruciare Ama, la sporcizia e ciò che non ci serve: le articolazioni stanno meglio, eliminiamo facilmente le tossine.

Eppure, in questa parte del pianeta, avere un forte incremento di Pitta è abbastanza diffuso durante tutto l’anno.

Le nostre case sono fin troppo riscaldate, lo stress e il bisogno di focalizzarci tra mille stimoli ci assillano di continuo, siamo circondati dall’aggressività, siamo perennemente ossessionati dal timore di non piacere agli altri: tutti elementi che aumentano Pitta. Chi, in più, è propenso per carattere a questi eccessi, come me, potrebbe davvero essere a disagio con il caldo. A parte i consigli ovvi, come evitare di fare sforzi nelle ore più calde o stare attenti a non scottarsi, specie se si ha la pelle chiara, ragionando possiamo cercare di trovare un ritmo che ci aiuti a sostenere i momenti più insopportabili.

IMG_20160521_235702

L’Ayurveda ci invita a bilanciare il simile con il dissimile: cercando di mantenere una routine non troppo serrata, prendendoci degli spazi tranquilli, utilizzando profumi rilassanti come quello delle rose, ascoltando musica piacevole, cercando la dolcezza anche in chi ci circonda, lasciando i lavori più pesanti per le ore più fresche.

Se normalmente non abbiamo l’abitudine della doccia quotidiana, specie fredda, al risveglio, questo può essere il momento giusto per introdurla: magari facendola precedere da un massaggio fatto con l’olio di cocco e da uno scrub di farina di riso o di mais.Come alimentazione scegliamo il fresco, il dolce, l’amaro, l’astringente: frutta di stagione, verdure verdi, cibo fresco e crudo, nutriente, denso. Cerchiamo di evitare caffè ed eccitanti. Beviamo tisane rinfrescanti a temperatura ambiente o tiepide e utilizziamo spezie digestive ma che non scaldino troppo e che non causino acidità, come coriandolo, finocchio, menta, cumino. Sarà opportuno evitare anche il cibo troppo aspro e salato, così come l’eccessivamente piccante.

IMG_20160614_212205

Da un lato possiamo sfruttare le grandi risorse della stagione: ma se sentiamo che il calore ci esaspera e ci fa soffrire, non dimentichiamo di prenderci i tempi e i modi di cui abbiamo bisogno: anche al momento di mangiare, nonostante Pitta porti un appetito vorace, andiamo piano, mastichiamo a lungo, scegliamo una routine e degli orari. Si dice che il cibo dovrebbe essere masticato così bene da essere deglutito solo quando è liquido.

Ricordiamoci.

Adagio.

 

 

(le foto sono su instagram @lamelamara)

Annunci

2 thoughts on “Odio l’estate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...